In gravidanza mai più di 2 caffè al giorno

LONDRA - Mai più di due caffè al giorno o quattro tazze di tè al dì se si è in gravidanza. Lo raccomandano gli esperti della Food Standards Agency (Fsa) britannica, dopo la conclusione di uno studio delle Università di Leicester e Leeds, in attesa di pubblicazione sul British Medical Journal.L'agenzia ha abbassato le dosi di caffeina previsti per le donne in dolce attesa, portandole da 300 a 200 milligrammi

LO STUDIO - Lo studio, condotto su ben 2.500 donne in attesa di un bebè, ha stabilito che le amanti della caffeina partoriscono più frequentemente bimbi sottopeso, con tutti i problemi conseguenti, compresi l'insorgere di problemi cardiaci e diabete. Ma la Fsa, dopo aver rivisto al ribasso i livelli di caffeina in gravidanza, getta anche acqua sul fuoco. «Voglio rassicurare tutte le donne che aspettano un figlio e hanno bevuto caffè prima che venissero definiti i nuovi limiti - sottolinea infatti il responsabile scientifico dell'ente, Andrew Wadge - Ci sono, infatti, nuove evidenze ma non maggiori rischi. E i pericoli, per chi ha esagerato con la caffeina, sono davvero bassi». La Fsa, nel tracciare i nuovi livelli, ha ricordato che sul banco degli imputati non finiscono solo caffè e tè, sicuramente tra le bevande più gettonate tra quelle a base di caffeina, ma anche altri alimenti che contengono questo stimolante del sistema nervoso centrale. Tra questi, molte bevande a base di cola, il cioccolato e gli energy drink.

Fonte: Corriere della Sera.